Min. Lavoro: la programmazione per i flussi dei lavoratori stagionali extraUE

 

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, con circolare n. 24 del 10 agosto 2006, ha fornito le disposizione applicative relative al D.P.C.M. 14 luglio 2006, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 185 del 10 agosto 2006, concernente la programmazione aggiuntiva dei flussi di ingresso dei lavoratori stagionali extracomunitari nel territorio dello Stato per l'anno 2006.

Il D.P.C.M. 14 luglio 2006 prevede un'ulteriore quota di 30mila ingressi per lavoro stagionale per le seguenti nazionalitÓ: Serbia, Montenegro, Croazia, Bosnia e Herzegovina, ex REpubblica Yugoslava di Macedonia, Bulgaria, Romania Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto e, inoltre, i cittadini extracomunitari giÓ titolari di permesso di soggiorno per lavoro subordinato stagionale per gli anni 2003, 2004 o 2005

 

Ripartizione alle Direzione Regionali del Lavoro delle quote di lavoratori stagionali extracomunitari:

 

Valle d'Aosta 160
Piemonte 1.500
Lombardia 1.500
Provincia autonoma di Trento 1.000
Provincia autonoma di Bolza bno 1.000
Veneto 1.500
Friuli Venezia Giulia 1.000
Liguria 900
Emilia Romagna 1.600
Toscana 1.500
Marche 440
Umbria 300
Lazio 1.200
Abruzzo 1.500
Molise 200
Campania 3.500
Puglia 1.600
Basilicata 300
Calabria 2.200
Sicilia 1.500
Sardegna 600
 

TOTALE

 

25.000

.

Invia la pagina ad un amico             Stampa la notizia    Chiudi la finestra

La circolare n. 24/2006

Direzione Provinciale del Lavoro di Modena - www.dplmodena.it